Tre idee di viaggio per vivere l’atmosfera di Natale: Merano, Arezzo e Napoli

da | 11,Nov,2021 | Viaggi | 0 commenti

Se state progettando una vacanza per dicembre in tema natalizio, vi do le mie tre idee di viaggio per vivere l’atmosfera di Natale: gli sfavillanti mercatini di Merano, il villaggio tirolese di Arezzo e le vie del Presepe a Napoli. Ho scelto queste tre mete perché sono situate al nord, al centro e al sud d’Italia, potreste quindi scegliere quella più vicina per un soggiorno breve. Le ho scelte perché ci sono stata ed ognuna mi regalato emozioni diverse e perché mi hanno lasciato un ricordo speciale nel cuore, vivendo tutta la magia di questo speciale periodo dell’anno. Dato il particolare momento legato al covid che stiamo vivendo, prima della visita, consiglio sempre di leggere sui siti ufficiali informazioni sugli accessi ed eventuali regolamentazioni.

I Mercatini di Natale di Merano

Sono stata a Merano sia d’estate che d’inverno e in entrambe le stagioni trovo che sia una cittadina incantevole, uno di quei luoghi dove ti dispiace sempre di andare via. Durante il periodo dei mercatini l’aria natalizia si respira in ogni angolo: si accendono tantissime luci, le decorazioni sono in tutte le vie, le vetrine e i ristoranti, le casette di legno si dispongono lungo il fiume Passirio e il profumo dei dolci e dei piatti tipici si diffonde fra gli stend.

Per questa vacanza scegliemmo di soggiornare in un paesino accanto, Lana, e di spostarci poi con i mezzi pubblici, acquistando la Merancard, una card valida in Alto Adige che include oltre al trasporto pubblico diversi servizi turistici. Arrivare ai Mercatini dalla stazione è facile e la distanza è poca. Arrivati sulla passeggiata lungo il Passirio si apre agli occhi uno scenario magico: le casette di legno lungo ai due lati del fiume, espongono prodotti di artigianato, articoli natalizi, golosità dolci e salate. Io ho trovato ottimo lo strauben, una specie di grande frittella con marmellata di mirtilli fatta al momento, il vin brulè e il succo di mela caldo. Particolarissimi sono i ristoranti a forma di pallina di Natale. Io mi sono sentita rapita dallo sfavillio e da tutta la bellezza di questo luogo. Se decidete di andare a Merano per le vostre vacanze di Natale, vi consiglio di visitare anche i suoi dintorni come Lagundo con sosta imperdibile alla birreria Forst con la sua foresta di Natale e di spostarvi a Bolzano per fare un giro sulla funivia e sul trenino storico del Renon, oltre ai suoi mercatini. Se volete leggere di più sul mio viaggio a Merano e dintorni eccolo qui.

È fra le mie le mie tre idee di viaggio per vivere l’atmosfera di Natale quella che voglio assolutamente ripetere al più presto, esplorando anche altre cittadine dell’Alto Adige.

Arezzo: il villaggio tirolese natalizio

Arezzo è stata la nostra ultima meta di viaggio prima del covid, (se volete leggere l’articolo completo lo trovate qui) l’avevamo scelta perché dista solo due ore da Roma e col nostro piccolino ci sembrava una comoda soluzione per vivere un’atmosfera natalizia adatta alle nostre esigenze. Sono stati giorni spensierati e in cui abbiamo vissuto le prime emozioni di un periodo natalizio in tre, una nuova gioia e una nuova meraviglia.

Le attrazioni natalizie sono concentrate in Piazza Grande e presso il grande prato tra il Duomo e la Fortezza Medicea. Per arrivare alla piazza passerete sul corso Italia una delle strade principali, una passeggiata fra luci e negozi. In Piazza Grande si trova il villaggio tirolese con il tipico mercatino fatto con casette di legno e la baita con specialità gastronomiche tirolesi. Non perdetevi il brezel in vari gusti caldo. Inoltre i più piccoli potranno incontrare Babbo Natale nella sua casa allestita a Palazzo di Fraternità. In serata qui l’atmosfera diventa ancora più magica con la proiezione di spettacolari luci sulle facciate dei palazzi storici.

Sul grande prato oltre alle casette era allestito il villaggio dei mattoncini lego, giostre, una pista di pattinaggio, un ristorante.  Quest’anno il villaggio sarà allestito del 20 novembre al 26 dicembre.

Una volta ad Arezzo vi consiglio di fare un giro fra le vie del centro e le chiese più belle fra cui il Duomo, la Chiesa di Santa Maria della Pieve, la cattedrale dei Santi Pietro e Donato, la basilica di San Francesco.

Napoli e la tradizione del presepio di San Gregorio Armeno

A casa mia e in quella dei miei genitori non è Natale senza il Presepe, ricordo che fin da bambina poteva non esserci l’albero ma il vero simbolo è sempre stato il presepe. Mio nonno lo costruiva con casette di cartone, mio padre invece realizza stupendi presepi artistici di tutte le grandezze. Come poteva non essere fra i miei luoghi preferiti San Gregorio Armeno? La via di Napoli dove si concentrano le botteghe d’arte presepiale più famosa al mondo nel cuore del centro storico di Napoli. Sono aperte tutto l’anno ma se volete vivere il clima festoso del Natale il momento giusto è proprio dicembre.

Nel periodo natalizio le vie del centro sono particolarmente affollate, io ci sono stata l’ultima volta pochi anni fa e proprio a San Gregorio io e Fabio abbiamo acquistato una natività meravigliosa in terracotta e abiti di stoffa, consiglio di andarci molto presto al mattino e di prendere i mezzi pubblici. Si può prendere la metropolitana linea 1 sia dalla stazione sia lasciando l’auto in uno dei parcheggi nei pressi delle fermate periferiche. La fermata che trovo più comoda è quella di Piazza Dante, da qui attraversando Port’Alba e proseguendo per via dei Tribunali arriverete alla via dei presepi. Nelle strade che ho appena nominato si concentrano tantissime cose da vedere, chiese e tipicità che non potrete fare a meno di notare fra cui la chiesa di San Paolo Maggiore, il complesso di San Lorenzo Maggiore, la statua di Pulcinella, la Napoli Sotterranea, e la stessa chiesa e chiostro di San Gregorio Armeno, insomma se volessi soffermarmi su ognuno di questi punti di interesse questo articolo non finirebbe più, ma tornando alla tradizione natalizia, ecco cosa troverete. Ai lati della strada sono disposte le botteghe, alcune anche negli androni dei palazzi storici, espongono pastori di tutte le misure e dai soggetti più disparati, da quelli tradizionali a personaggi contemporanei, presepi sotto campane di vetro, presepi di sughero e legno, portoni, osterie, colonne e capitelli che vanno a comporre la scenografia del presepe e oggetti di vario genere come tavoli e sedie, pozzi, forni, ceste di frutta e di pesce, animali e tanto altro che servono per l’allestimento. Entrando nelle botteghe, oltre all’esposizione potreste avere la fortuna di vedere gli artigiani all’opera intenti a modellare le statuine.

Come accennavo, non solo San Gregorio Armeno, ma tutte le strade che si concentrano nel centro storico intorno a Spaccanapoli sono uno scrigno d’arte e tradizione che non dimenticherete facilmente. In ogni chiesa troverete un presepe e molto spesso di sera anche cori e concerti natalizi. Troverete, ovviamente, anche numerosi luoghi di ristoro dove dal caffè alle sfogliatelle e babà, passando per la pizza tutto ha un gusto unico e squisito. Almeno una volta anno io ci torno perché è sempre il mio tempo migliore.

Presto scriverò un articolo di approfondimento in cui mi soffermerò maggiormente su cosa c’è da vedere in questa zona.

Spero che le mie tre idee di viaggio per vivere l’atmosfera di Natale possano esservi utile per trovare quella più vicina alle vostre esigenze e gusti, o magari farle tutte se ne avete tempo. Io le vissute tutte come il mio tempo migliore, raccontatemi qualcosa sui vostri viaggi di Natale oppure suggeritemi un luogo che non devo perdermi per le mie prossime esperienze. Trovate altre foto nella gallery di Instagram.

Chi sono

Ciao! Mi chiamo Michaela Striano e ti do il benvenuto sul mio blog, qui ti racconto Il Mio Tempo Migliore: esperienze, viaggi, eventi, passioni, i momenti migliori della vita,... Leggi tutto

Seguimi su Facebook

Facebook Pagelike Widget

Racconta il tuo tempo migliore

Ti va di raccontare come vivi il tuo tempo migliore? Scrivimi e condividine un pezzetto con noi.

Ti potrebbe interessare anche:

LONDRA da sola, and last but not least…

LONDRA da sola, and last but not least…

Del mio primo viaggio da sola in una grande città come Londra, non volevo perdermi proprio nulla e vi ho raccontato di tanti posti nei precedenti articoli (Londra, il viaggio più bello della mia vita. Da sola - Londra da sola, ancora tanto da scoprire), i tanti...

leggi tutto
LONDRA da sola, seconda parte, ancora tanto da scoprire

LONDRA da sola, seconda parte, ancora tanto da scoprire

Ed ecco che, dopo il precedente articolo, vi riporto a Londra per raccontarvi, come promesso, degli altri meravigliosi e unici posti di questa città. Sono passati anni ma i ricordi sono molto più vividi di altri viaggi fatti in seguito, forse proprio perché è stato il...

leggi tutto

Pin It on Pinterest

Share This