#SMDAY Social media e digital, utilità per tutti

da | 28,Ott,2017 | Vivi con me. Eventi | 0 commenti

 

La scorsa settimana ho partecipato al Mashable Social Media Day e Digital Innovation Days, evento che si è svolto a Milano e “che celebra la rivoluzione digitale, le dinamiche, le potenzialità dei social network e gli impatti da questi generati sulle nostre vite e sul business” come riportato nel sito ufficiale, con numerosi esperti di settore e rappresentanti di importanti imprese.

Io ci sono stata poiché tocca il mio ambito professionale e mi ha lasciato entusiasmo e molti spunti di riflessione nonché temi da approfondire e studiare, ma tranquilli non voglio stare qui a raccontarvi tutto ciò che ho ascoltato durante i tre giorni del Mashable Social Day, altrimenti questo articolo dovrebbe essere talmente lungo da scoraggiarne la lettura, inoltre per i “non addetti ai lavori” sai che noia!

Amo cogliere nelle mie esperienze, comprese quelle professionali, gli aspetti da trasferirvi che possano incuriosirvi ed emozionarvi e farvi pensare ad opportunità da ottenere, per questo vi parlerò di tre interventi in particolare, accomunati dal fatto di poter mettere a disposizione la tecnologia, il digital e i social media per fare qualcosa di buono e di utile per tutti.

Il primo intervento che ha toccato questo aspetto è stato quello di Luca La Mesa Top Teacher @ Ninja Academy e Presidente @ Procter&Gamble Alumni Italia su “Strategie di Engagement sui social media. Come coinvolgere attivamente i fan ed ottenere risultati concreti”. Durante il suo speech ci ha mostrato una case history su come abbia realizzato attraverso facebook una raccolta di coperte per i senza tetto, partita da un’iniziativa personale, alla quale quasi spontaneamente si sono aggregati partner importanti come Ikea, che ha donato una somma in coperte, e come l’iniziativa si sia diffusa in diverse città italiane arrivando a numeri tanto importanti da dover poi coinvolgere onlus e associazioni per la distribuzione stessa della coperte. Il relatore ci ha espresso il suo dubbio sul fatto di dare visibilità a tutto questo poiché ci hanno insegnato che il vero bene si fa in silenzio, ma ha preferito rischiare e ha raggiunto risultati inaspettati. E secondo me ha fatto benissimo poiché ha dimostrato che i social, se usati bene, possono spingere ad azioni concrete e come recitava una delle sue slide conclusive “chiunque può, grazie ai social, generare un impatto positivo sul proprio territorio attivando le community locali”. Luca La Mesa ha ringraziato tutti gli amici che hanno sostenuto l’iniziativa sottolineando il valore del lavoro di squadra che c’è stato e che ha attivato il tutto.

Un intervento prezioso per me sia dal punto di vista strategico che umano.

Il secondo intervento di cui ho colto un aspetto molto interessante per l’utilità di uno strumento accessibile a tutti è stato quello di Matteo Arpe, Presidente e Amministratore delegato @ Sator che ha presentato “La case study Tinaba: inviare, aggregare e condividere il denaro a costo zero”. Tinaba è un’App gratuita che si trova su Play Store e permette, come dice il titolo dell’intervento, di inviare, condividere e aggregare denaro. Durante l’intervento il relatore ci ha dimostrato in real time l’utilizzo dell’App, abbastanza semplice a mio avviso per chiunque sia abituato ad usare un cellulare, dalla registrazione all’impiego giornaliero, ad esempio ha acquistato al momento qualcosa dal distributore che si trovava fuori dalla sala, ci ha spiegato che attraverso la formazione di gruppi e inviti si possono mettere insieme delle quote di denaro (si pensi per esempio alle quote per un regalo di gruppo), poi l’utilizzo per i negozianti e per fare donazioni e molti altri ancora, ma non entro in dettagli tecnici che potrete trovare sul sito. Inoltre, durante l’evento, ci hanno invitato a provare l’App utilizzando dei buoni sconto in omaggio ai partecipanti da attivare con un QR Code da spendere presso le aree food truck dell’evento e volendo si poteva effettuare una donazione a piacere ad uno street artist presente presso il loro stand nell’area sponsor. Questo strumento più degli altri in questo evento mi ha colpito per i tanti usi che in potenza si potranno fare nel quotidiano a costo zero e risparmiando tantissimo tempo.

Il terzo intervento che mi ha colpito ed emozionato, forse perché tocca in qualche modo i miei sogni e quello che sto realizzando, è stato quello di Giulia Greco Content Marketer & Editor in Chief @Shopify dal titolo: “Un’esplosione imprenditoriale: come una nuova categoria di imprenditori sta cambiando le regole del gioco”. Durante questo intervento la relatrice ci ha parlato di come il numero delle persone che iniziano a lavorare per se stesse stia aumentando e ci ha mostrato attraverso dei case study come le tecnologie digitali possano facilitare persone che hanno idee imprenditoriali, che credono nei loro progetti a realizzarli attraverso nuovi sistemi di comunicazione e anche di finanziamento eliminando barriere di ingresso al mercato e come ciò sia possibile a livello globale, in qualsiasi parte del mondo. L’esempio che ricordo meglio è quello del libro “Storie per la buonanotte per bambine ribelli”, libro di cui avrete sentito già parlare, nato dall’idea di due italiane che grazie al crowdfunding sono riuscite a concretizzare il progetto e i risultati della raccolta sono andati ben oltre le loro aspettative.

Sono convinta che le esperienze e la partecipazione e soprattutto la condivisione di ciò che di buono si è potuto trarre ci faccia crescere e migliorare e avvicinare agli altri anche attraverso il digital e i canali social, come sto facendo io adesso 😉 Condividete il pensiero? Quali sono i vostri eventi preferiti o al quale vi piacerebbe partecipare e quali aspetti credete siano utili per tutti?